TOP-MENU

INQUINAMENTO ACUSTICO: STORICO PASSO A FAVORE DEL TIRO A VOLO

INQUINAMENTO ACUSTICO: STORICO PASSO A FAVORE DEL TIRO A VOLO

Uno storico passo a favore del Tiro a Volo è stato compiuto in ambito istituzionale. Su esplicita e mirata iniziativa di Luciano Rossi, Presidente della Fitav e Senatore della Repubblica Italiana, è stata approvata una importante modifica all’art. 11 della Legge 447/95. “Legge Quadro sull’inquinamento acustico”. La direttiva prevedeva che, in materia di emissione di rumore derivante da attività sportive, solo quello scaturito da quelle motoristiche (autodromi o piste motoristiche di prova) potesse essere disciplinato da un apposito regolamento, mentre in tutti gli altri casi di doveva far riferimento ai dettami della Legge Quadro. Questo avrebbe comportato non poche difficoltà a tutti gli impianti di Tiro a Volo. La modifica, fondamentale e storica per il nostro movimento sportivo, amplia l’ambito di applicazione dell’art. 11 estendendo a tutti i luoghi dove sono svolte attività sportive di discipline olimpiche in forma stabile la previsione di essere regolamentata con appositi atti normativi. Inoltre, con il medesimo disposto, sono state apportate modifiche alle norme tecniche e regolamentari ad esse legate. Gli effetti immediati delle modifiche ai fini della valutazione del rumore prodotto dalle attività sportive di Tiro a Volo (stand di tiro con almeno una disciplina olimpica) di ASD affiliate alla Fitav sono i seguenti: – Univoca e definitiva non applicabilità alle attività di tiro a volo del “criterio differenziale” (modifica art. 4, comma 3, D.P.C.M. 14/11/1997); – Estensione alle attività di tiro a volo delle previsioni del regolamento attuativo recante disciplina delle emissioni sonore prodotte nello svolgimento delle attività motoristiche (modifica D.P.R. 304/2001); – Estensione alle attività di tiro a volo dei criteri di misura del rumore emesso dagli aeromobili nelle attività aeroportuali (modifica D.M. Ambiente 31/11/1997). Da tenere in particolare evidenza, anche in tema di normale tollerabilità, è il dato che la avvenuta regolamentazione della specifica sorgente di rumore prodotta dal tiro a volo (in quanto compresa tra quelle definite dalla norma) è una condizione essenziale per includere le nostre attività nel novero quelle di cui il Giudice deve tenere conto, nell’ambito di eventuali contenzioni, ai sensi dell’art. 844 del Codice Civile, come recentemente riformulato. Il Collegio Tecnico Giuridico della FITAV, che è al lavoro per valutare la portata delle sopravvenute modifiche “regolamentari”, è a disposizione per fornire informazioni sull’argomento. Per un contatto diretto si potrà contattare all’indirizzo ctg@fitav.it

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.