TOP-MENU

L'ULTIMA FATICA DI BRUNO MODUGNO

L’ULTIMA FATICA DI BRUNO MODUGNO

Non ha bisogno di presentazioni e non solo fra i cacciatori, Bruno Modugno. Penna felice, volto noto di programmi televisivi, animatore del panorama culturale del mondo venatorio italiano e non solo. Da sempre impegnato per la caccia, le sue tradizioni, i suoi valori, che riesce a trasmettere e far giungere anche a chi cacciatore non è, ci regala un’altra perla di una letteratura che sarebbe riduttivo, oltre a farlo molto arrabbiare, definire venatoria. Non ama le categorizzazioni, le divisioni in generi infatti e non scrive romanzi di caccia, ma romanzi tout court, dove la caccia è trattata alla stregua di tutti gli altri aspetti della vita del suo protagonista, essendone parte integrante, ma certo non esclusiva.

Il respiro delle cose, Bruno Modugno, editore Io scrittore

Il respiro delle cose, Bruno Modugno, editore Io scrittore

Ed ecco allora questo “Il respiro delle cose”. Ve lo presentiamo con la sua introduzione:
“Poche case di tufo ai piedi di un arcigno castello. E, tutto intorno, la maremma popolata da cinghiali, da vaccine dalle lunghe corna lunate, ma anche da creature perse nel mistero, reali o frutto di allucinazioni. Una tribù di nani, smarriti fantasmi, ladri di tombe e di bestiame, principi, bracconieri e ninfe carnali sono i segreti compagni di Daniele, naufrago di un matrimonio sbagliato e di una vita avventurosa senza scopo.
Ai bordi della macchia affiora la sua contraddittoria vicenda umana: misero e magnanimo, eroico e prigioniero delle sue debolezze, ma capace di parlare con le cose, di ascoltarne il respiro, di amarle e temerle come creature umane. Su questo scenario si muovono cronache crudeli e dolenti, ormai divenute Storia. Un’infanzia segnata dalla morte della madre mai conosciuta e per questo divenuta Mamma Luna, il gemito di una città offesa dalle bombe amiche, la cupa Occupazione e gli anni della speranza, le inutili avventure di un Ulisse alla ricerca dell’isola che non c’è.”
Novità nella novità, la veste editoriale. Si tratta infatti di un e-book, ovvero di un libro elettronico, formula che dopo una iniziale diffidenza sta raccogliendo sempre maggiore apprezzamento fra i lettori italiani, anche in virtù di un aspetto non secondario: il contenimento del prezzo. Il romanzo infatti, che potete trovare nelle librerie virtuali di internet, ad esempio www.illibraio.it,  costa solo 5 euro e 99.

Il respiro delle cose, Bruno Modugno, editore Io scrittore, Euro 5,99

L’Autore

Bruno Modugno ha lavorato per undici anni nei quotidiani e rotocalchi. In RAI e` stato autore e conduttore di programmi culturali e di grandi contenitori quotidiani di intrattenimento. Attualmente e` direttore editoriale del Canale ‘‘Caccia e Pesca” di SKY. Ha scritto un libro di racconti (Roma by night). E i romanzi: Re di Macchia (Rusconi Editore), cinquina del premio Strega, premio Un Libro per l’Estate; Cento Scalini di Buio (Rusconi editore), premio Vallombrosa; Cacciatore d’Ombre (Vallecchi), premi Citta` di Piombino e Cypraea; Ballata Saracena (Editoriale Olimpia). Infine il libro di poesie: Sampietrino di Maggio. Insieme a Folco Quilici e Carlo Alberto Pinelli ha scritto il film per la MGM ‘‘Il Dio sotto la Pelle” la cui sceneggiatura (Minerva Italica) ha vinto il premio Bergamo. Ha scritto e diretto il film ‘‘Re di Macchia” tratto dal suo primo romanzo.

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.