TOP-MENU

PADOVA: CAPITALE DEL TIRO CON L’ARCO

PADOVA: CAPITALE DEL TIRO CON L’ARCO

La città veneta si appresta ad ospitare uno degli eventi più importanti della stagione arcieristica. Stiamo parlando dei Campionati italiani indoor organizzati dalla Fitarco, che si svolgeranno dal 29 al 31 gennaio nel padiglione 7 della Fiera.
Al presidente regionale della Fitarco, Giulio Zecchinato, il compito di mettere in vetrina i numeri di questa trentasettesima edizione: “II Veneto non organizzava una competizione di questa importanza dal 2000. Quell’anno Cortina ospitò i Mondiali della specialità campagna. Sarà il più importante evento allestito per il nostro sport, con circa 900 atleti coinvolti, fra i quali una cinquantina di padovani; 300 tecnici; 200 società; 10 giudici e l’apporto di almeno 200 volontari. Assegneremo titoli maschili e femminili individuali e a squadre, per tutte e tre le divisioni: nudo, olimpico e compound, specialità che si differenziano per il tipo di arco utilizzato. In tutto, saliranno in pedana atleti da 12 a oltre cinquant’anni”.
“Ad organizzare l’evento – prosegue Zecchinato – quattro Società del territorio coalizzate per l’occasione: Arcieri Padovani, Arcieri del Brenta, Arcieri della Saccisica (che difende il titolo a squadre femminile vinto l’anno scorso nell’arco nudo) e Decumanus Maximus (nel 2009 prima con le donne nel compound), di Borgoricco. Tra gli atleti più attesi c’è ovviamente il campione olimpico Galiazzo, fiancheggiato dai compagni a cinque cerchi Di Buò e Nespoli”.
Ma ci sarà anche la veneziana di Malcontenta, Laura Longo. Bronzo agli ultimi mondiali nel compound, spiega: “Aldilà del titolo nazionale, questa è una gara importante perché mette in palio i punti necessari per qualificarsi agli Europei di Porec, in Croazia, in programma a marzo. Il mio sogno? Le Olimpiadi, anche se la versione dello sport che faccio io a Londra è inserita solo a titolo dimostrativo. Ma a Rio 2016 ci spero proprio”.

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.