TOP-MENU

rete natura 2000

PUNTIL, FEDERCACCIA DI SAPPADA: “ATTENTI AGLI EFFETTI A CASCATA DEI PIANI DI GESTIONE DELLE ZPS”

Pietro Puntil, rappresentante della Federcaccia di Sappada (Bl), sottolinea l’importanza di un corretto piano di gestione per le “Zone a Protezione Speciale e i siti di interesse comunitario”, in sostanza il territorio del Comelico e Sappada compreso nelle zone di protezione che fanno capo al progetto Natura 2000, a sua volta emanazione delle leggi europee di tutela faunistica. La notizia arriva dal Corriere delle Alpi del 15 di settembre, che ci riporta la dichiarazione del cacciatore sappadino:“Attenzione: i piani di gestione avranno effetti a cascata su tutto il territorio interessato. Da questo punto di vista i cacciatori sono quelli che fino ad ora stanno seguendo più da vicino la situazione, ma la mia preoccupazione da ex amministratore è anche per le altre realtà sociali interessate”. “Per difendere al meglio determinate specie animali – recita il virgolettato di Puntil sul Corriere delle Alpi – non escludo che ci siano delle limitazioni nella concimazione, visto che una concimazione troppo intensiva potrebbe nuocere a questi animali”.Un altro esempio – continua Puntil – che sta da tempo preoccupando gli amministratori, è che ci sono opere pubbliche ferme perché il territorio è protetto. Si paventa per esempio che la zona Sic di Padola possa impedire la realizzazione del collegamento degli impianti di sci tra Comelico Superiore e la Pusteria, collegamento cruciale per il Comelico. Non solo, ci sono anche progetti di centraline idroelettriche momentaneamente congelati sempre in assenza del piano di gestione, ma è chiaro che a questo punto il documento di gestione del territorio deve essere sorvegliato con la massima attenzione da tutti. Fino ad ora solo i cacciatori hanno tentato di limitare gli effetti di questi vincoli”.

A.B.

,

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.