TOP-MENU

SPELLO (PG): FEDERCACCIATORI “A CENA DA NOI”

SPELLO (PG): FEDERCACCIATORI “A CENA DA NOI”

Si è svolta presso il Centro Polivalente di Ca’ Rapillo (Pg) la tradizionale manifestazione dei federcacciatori Spellani “A cena da noi”. Più di 180 i partecipanti: oltre ai cacciatori e alle proprie famiglie, alle autorità locali e agli operatori economici che nel corso dell’anno sostengono le attività della Federcaccia spellana, hanno aderito numerosi concittadini che approfittano dell’annuale occasione per condividere una gustosa esperienza gastronomica e culturale.
La premiazione, con diploma e medaglia d’oro del “Cacciatore Gentiluomo 2010” – quest’anno individuato nel socio Rossi Rodolfo – è stato il momento dedicato ad alcune riflessioni sulla caccia dei nostri giorni.
Il Sindaco di Spello, Sandro Vitali, presente alla manifestazione insieme alla signora e ad alcuni altri assessori comunali, ha espresso sentimenti di gratitudine e riconoscenza ai cacciatori locali che, con la loro volontaria attività di capillare e assidua vigilanza, anche per la prevenzione degli incendi, contribuiscono a tutelare non soltanto la fauna ma l’intero territorio. Il Sindaco Vitali, nel riferire circa il processo di riforma istituzionale in corso che riguarda la trasformazione delle Comunità Montane in un’agenzia forestale regionale, ha auspicato che questa nuova fase di riordino consenta di poter finalmente dar luce ai progetti che i cacciatori spellani, insieme all’Amministrazione comunale, hanno da tempo avanzato per migliorare l’utilizzo del territorio del Parco del Monte Subasio favorendo il ripristino di colture tradizionali, la pratica della cinofilia, la gestione razionale dell’allevamento a scopo alimentare, la valorizzazione dei pregiati prodotti del sottobosco. La Fidc ha infine ribadito che in futuro la caccia potrà mantenersi viva e socialmente utile non solo se i cacciatori continueranno ad essere sportivi, gentiluomini, rispettosi delle regole e della proprietà altrui, ma anche nella misura in cui riusciranno a meritare la stima, la considerazione e l’ammirazione del resto della comunità in cui quotidianamente operano.
A.B.

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.