TOP-MENU

relatori

TIRO CON L’ARCO. PRESENTATI I TRICOLORI TARGA DI BISCEGLIE E TRANI

“Siamo rimasti realmente soddisfatti dei campionati italiani indoor di Bari, abbiamo visto la coesione della società, l’organizzazione e torniamo ben volentieri in Puglia. Questi campionati italiani Targa concludono un’annata molto lunga, sono l’ultima grande manifestazione sul calendario italiano. E oggi arrivato sulla piazza della Basilica, a Trani, mi sono fermato per ammirare questo posto stupendo: una location unica per le finali di domenica, uno dei posti più belli d’Italia.
E vedere le società pugliesi unite per organizzare anche questo evento fa davvero piacere”. Così Mario Scarzella, presidente della Federazione Italiana Tiro con l’Arco, a conclusione della conferenza stampa di presentazione del 57° Campionato italiano di tiro alla targa, in programma dal 28 al 30 settembre allo stadio “G. Ventura” di Bisceglie (eliminatorie venerdì e sabato) e nell’incantevole piazza Duomo a Trani (finali per i titoli assoluti, domenica).

Alla conferenza stampa di presentazione hanno preso parte anche Amedeo Bottaro, sindaco di Trani; VittoriaSasso, assessore allo Sport del Comune di Bisceglie; Angelo Giliberto,presidente del Coni Puglia; Sergio Scibilia, delegato provinciale CIP Bat; Vito Antelmi, presidente del comitato organizzatore. In platea anche tutti i rappresentanti delle 7 Società che compongono l’organizzazione degli “Arcieri di Puglia” e il presidente Fitarco Puglia Antonio Fusti.

Le due città verranno invase da atleti provenienti da ogni parte d’Italia. Sono 545 gli arcieri qualificati per i Tricolori, più di 700 le presenze considerando anche i tecnici e gli accompagnatori.  Oltre alle sfide individuali, sulla linea di tiro saranno circa 60 le Società qualificate per la gara a squadre nell’arco olimpico e oltre 30 per la divisione compound. In palio i titoli italiani di classe e quelli assoluti, individuali, a squadre maschile e femminile e a squadre miste, gara inserita anche nel programma dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

COMITATO ORGANIZZATORE E PATROCINI – L’evento si svolgerà sotto l’egida della Federazione Italiana Tiro con l’Arco e del Comitato Regionale Fitarco Puglia e godrà del patrocinio di Regione Puglia, CONI Puglia, CIP Puglia, Pugliapromozione, Comune di Bisceglie, Comune di Trani e della partnership con la Fondazione SECA.Il comitatoorganizzatore dell’evento, raggruppato sotto l’insegna “Arcieri di Puglia”, è formato da sette società sportive: assieme alla capofila ASD Arcieri Carafa di Noja di Noicàttaro (BA), ci sono Ass. Dilettantistica Arcieri dello Jonio – Crispiano (TA), ASD Polisportiva Arcieri del Sud – Barletta (BT),
ASD Arcieri Valle della Cupa – Lequile (LE), SsD Arcieri del Basso Salento – Spongano (LE), ASD Compagnia Arcieri D’Arneo – Veglie (LE), ASD Arcieri Somnii
– Biccari (FG).

GLI AZZURRI IN GARA E I CAMPIONI USCENTI – Fra i qualificati e gli aventi diritto alla rassegna tricolore di Bisceglie e Trani ci saranno quasi tutti gli azzurri della Nazionale FITARCO, sia senior che junior, compresi i big della Nazionale Paralimpica, tutti qualificati per i Tricolori: tra questi, l’olimpionico Michele Frangilli, i fratelli Massimiliano e Claudia Mandia, gli iridati mixed team para-archery Stefano Travisani ed Elisabetta Mijno, Lucilla Boari, Vanessa Landi, Guendalina Sartori e le pugliesi Loredana Spera (campionessa uscente) e Pia Carmen Lionetti (5a a Londra 2012, miglior risultato individuale per un’arciera azzurra ai Giochi)
nell’Arco Olimpico; i campioni italiani uscenti assoluti Federico Pagnoni e di classe Valerio Della Stua, Irene Franchini (già iridata indoor), il pluricampione italiano Sergio Pagni, il campione europeo para-archery Matteo Bonacina, Anastasia Anastasio, Laura Longo e Viviana Spano nel Compound. Non ci saranno invece due atleti di punta della Nazionale come Mauro Nespoli e Marcella Tonioli, entrambi campioni uscenti rispettivamente nell’olimpico e nel compound, perché impegnati nelle finali di Coppa del Mondo di Samsun (Tur) che si disputeranno nello stesso fine settimana dei Tricolori.Per la prova a squadre i campioni uscenti, nel  femminile olimpico e compound e nel mixed di entrambe le divisioni sono i capitolini Arcieri Torrevecchia. Nell’olimpico maschile difenderanno il tricolore i piemontesi Arcieri Iuvenilia e nel compound maschile i trentini del Kappa Kosmos Rovereto. 

I CAMPIONATI – Ai Campionati Italiani di Tiroalla Targa all’aperto, si tira su distanze variabili in base alle divisioni (Arco Olimpico e Arco Compound) e alle diverse classi:  Seniores Maschile e Femminile,  Master M-F, Junior M-F,  Allievi M-F e Ragazzi M-F. I Campionati Italiani per le classi Ragazzi ed Allievi, Maschili e Femminili si svolgeranno con la formula della gara 60m (72 frecce a 60 metri) per gli Allievi e 40m per i Ragazzi (72 frecce a 40 metri) della divisione Arco Olimpico e del 50m Compound Round (72 frecce a 50m) per la Divisione Compound. I Campionati Italiani per le classi Seniores Juniores e Master, Maschili e Femminili si svolgeranno con la formula della gara 70m (72 frecce a 70 metri) per la divisione Arco Olimpico e con la formula del 50m Compound Round (72 frecce a 50 metri) per la divisione Compound. Al termine delle 72 frecce di qualifica, che determinano anche la griglia degli scontri diretti per i tricolori assoluti, verranno quindi assegnati i titoli italiani di classe. I match a scontro diretto per i titoli assoluti si svolgono con il set system per l’arco olimpico alla distanza di 70 metri su bersagli da 122 centimetri, mentre le sfide del compound si svolgono con i punteggi cumulativi su bersagli da 80 cm posizionati a 50 metri.

COPERTURA MEDIA – I Tricolori verranno seguiti interamente in diretta streaming da YouArco, il canale ufficiale della Fitarco sulla piattaforma youtube e una sintesi delle finali di domenica verrà trasmessa da Rai Sport. I risultati della competizione saranno aggiornati minuto per minuto attraverso il sito ianseo.net e un’intera pagina del sito federale verrà dedicata alla manifestazione con news e tutti i link utili alla stampa. La manifestazione avrà ampio risalto anche sui canali social federali (Facebook, Twitter, Instagram). (Fonte FITARCO)

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.