TOP-MENU

Foto di gruppo

TOSCANA. ATTIVITÀ PARAOLIMPICHE, IL TIRO A SEGNO PROTAGONISTA

Due sono stati gli straordinari eventi del “Mondo Paralimpico” che hanno caratterizzato gli scorsi due fine settimana. Il primo in ordine di tempo è stato il secondo Campus estivo annuale riservato ai soli disabili Civili, promosso dal Cip Toscana con la partecipazione del Presidente montecatinese Massimo Porciani, l’ausilio del vice presidente Antonio Agostinelli e delle due preziose collaboratrici Silvia e Francesca.

L’evento si è tenuto a Follonica, presso la polivalente struttura turistico alberghiera “Maresi” dove grazie alla presenza di adeguate strutture sportive è stato possibile mettere in campo una specie di Giochi Senza… Barriere.

Gli assistiti INPS hanno avuto la possibilità di conoscere e praticare molte discipline sportive grazie ai tecnici preposti per l’occasione: Paolo Prearo (Vela), Giuseppe Basile (Tiro con l’arco), Claudia Papini (Orienteering), Patrizia Rossi (Nuoto), Fiorenzo Gangoni (Hockey in carrozzina), Jafar Al Shishani (Scherma), Domenico Aurillo (Bocce/Boccia), Stefano Innocenti (Freccette), Antonio Agostinelli (coordinatore e assistente) e Gino Perondi (Tiro a Segno). Grazie proprio a quest’ultimo, si è riusciti a rendere più appassionate le lezioni proponendo una forma di leggera competizione, indirizzata a far provare loro non solo le varie realtà che si possono incontrare sulle pedane di tiro, ma anche praticando qualcuno degli altri sport. Alla fine stilata la classifica, al primo posto si è piazzato Alberto Martini con punti 183 su 200; al secondo posto Maddalena Milone con 179, mentre al terzo si è posto Attilio Pirrone con 177 punti.

L’altro evento, sempre destinato al mondo dei portatori di handicap, era denominato “Sottogamba Game” e si è tenuto sempre sul litorale toscano, precisamente a San Vincenzo, presso la sostenibile struttura “Riva degli Etruschi” dove ha rappresentato anche l’evento di chiusura della stagione balneare.

Patrocinato principalmente dall’azienda Michelotti (fornitrice di ausili del settore paralimpico), l’evento mirava a promuovere la conoscenza e la pratica ogni tipo di sport. Sono state due giornate polivalenti che hanno generato molto interesse fra gli sportivi in genere, attirando tantissime presenze anche fra i normodotati.

Presente per la prima volta il Tiro a Segno di Pescia, sempre con l’inossidabile tecnico Gino Perondi. L’atleta tiratore, ha spiegato nel breefing, deve avere una preparazione fisica adeguata e una preparazione mentale sempre più sofisticata, caratteristica che nei diversamente abili si pone oltre la soglia dell’eccellenza.

C’è stato poi il momento della gara di Tiro a Segno, vinta da Paolo Vichi, secondo Nicola Forgione e terza Sara Bersaglini.

A giudicare dai volti dei partecipanti e sentito il parere del factotum Alessandro Ferretti, questo incontro, oltre ad aver avuto un ruolo importante sul piano formativo, ha vissuto il suo felice momento di aggregazione sportiva, privilegiando di fatto lo straordinario connubio fra Sport e Turismo. (G.P.)

Le foto presenti su La Dea della Caccia sono in parte prese da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarlo alla redazione - info@ladeadellacaccia.it - che provvederá prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.